migliori materassi

Migliori materassi – Classifica e Recensioni del 2017

Non basta parlare di Classifica e Recensioni del 2017 in merito ai migliori materassi in commercio, ma è doveroso sottolineare che corpo e mente necessitano di riposare in modo confortevole.

Molte sono le evenienze scientifiche al riguardo, e infatti, secondo diversi studi, il tempo perfetto dedicato a Morfeo per notte per un adulto dovrebbe essere di 7 ore (ammesso uno sfasamento di mezz’ora in eccesso o in difetto).

Le persone che dormono poco hanno alti livelli di proteine infiammatorie nel sangue, sono più soggette ad aumenti della pressione sanguigna, mal di testa, gastralgie; che gli  adolescenti che dormono meno di 5 ore a notte sono maggiormente esposti al rischio depressione (oltreché ansia, agitazione e aggressività).

Ancora, uno studio australiano conferma la maggiore esposizione a stress nei soggetti che dormono poco; un altro che la mancanza di sonno ci induce a mangiare di più durante il giorno, prediligendo il cibo spazzatura; altri ancora che non dormire porta a un notevole calo prestazionale, mentre dormendo si migliorano le capacità di elaborare soluzioni innovative.

La scienza pare pure confermare che un sonno frammentario induce problemi di comprensione e di attenzione, e che 90 minuti di sonno pomeridiano migliorano la capacità di memorizzare nuove informazioni.

Insomma, quando si afferma che dormire bene è essenziale per vivere bene, non si sta esagerando!

Le tipologie di materassi in commercio: stabilire il migliore spetta a voi!

Trattandosi di un momento così cruciale, bisogna assicurarsi di dormire bene con il modello a noi più idoneo tra le tipologie di materassi in commercio.

La prima differenza concerne le tecniche e i materiali di realizzo, e oggi in effetti non c’è che l’imbarazzo della scelta, tra materassi tradizionali o a molle, di lana, in lattice, ad aria o ad aloe vera, antiacaro e anallergici, naturali ed ecologici; in poliuretano espanso, multionda o memory foam.

 Precisando che quando si parla dei migliori materassi in commercio ci si attiene ad un giudizio soggettivo, che riguarda i nostri “bisogni personali”, per cui una persona prediligerà un materasso duro e rigido, e un’altra uno morbido e malleabile, a una piacerà caldo e ad un’altra freddo.

Il tutto in funzione del proprio corpo e delle proprie abitudini di “riposo”, le differenze fondamentali intercorrono tra materassi a molle, in lattice e in schiuma. I primi, che sono anche i più diffusi, sono costituiti da una serie di molle elicoidali indipendenti l’una dall’altra.

I modelli più economici presentano lo svantaggio di un numero di molle insufficiente, e quindi una tendenza ad affossarsi. Ad ovviare al problema il così detto materasso a molle insacchetate, evoluzione del classico materasso a molle, in cui ogni singola molla (realizzata in filo di acciaio temperato e con diverso spessore per meglio adattarsi alle diverse pressioni) è racchiusa in un sacchetto indipendente.

I vantaggi consistono nell’elevato grado di adattabilità alla forma del corpo, che consente la prevenzione della compressione dei vasi sanguigni e l’intorpidimento dei muscoli (che si traduce in una riduzione di crampi e dolori alla schiena e alla cervicale).

I materassi in lattice, costruiti con questa gomma che può essere naturale o sintetica, garantiscono supporto e stabilità: tuttavia, proprio la loro rigidità potrebbe non essere apprezzata da tutti.

I modelli in memory foam, infine, si compongono di diversi strati di schiuma a densità variabile, che si adattano alla forma del corpo, riducendo i punti di pressione e alleviando i dolori. Tuttavia, essendo sensibili al calore corporeo tendono a scaldarsi, il che potrebbe essere problematico soprattutto nella stagione estiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *